I percorsi enogastronomici della Marmilla si fondano sulla “riappropriazione” del valore socio-culturale del cibo, intesi come cardine e testimone del rapporto fra uomo e vita. Al centro dell’attenzione vi sono i prodotti e i cibi ricchi di valore radicati nel ciclo della vita agricola che per secoli hanno scandito le stagioni delle popolazioni della Marmilla e che arrivano sino a noi con un bagaglio storico importante e con caratteristiche di qualità eccezionali, in termini di proprietà organolettiche, nutritive e gustative. Il percorso enogastronomico diventa così un percorso esperenziale ed emozionale, con il quale si può attraversare un intero territorio alla ricerca delle assonanze e delle differenze emergenti tra i 44 Comuni.